PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Stampa

Coronavirus. Bignami (FDI): “Aule tribunali affollate, preservare salute degli operatori”

Ritengo non conformi alle previsioni di cui al D.L. 6/20 le disposizioni contenute nel Decreto del Presidente Vicario della Corte di Appello di Bologna con cui si dispone che lo svolgimento delle udienze in Corte di Appello deve tenersi nelle Aule delle Camere di Consiglio mentre le Aule e le zone antistanti le stesse sono sì riservate agli Avvocati, i quali tuttavia, come visto ieri, si trovano nell’incresciosa situazione di affollamento delle Aule stesse.

Leggi tutto...

People Mover: Rumore insostenibile. Eliminarlo alla fonte, non a danno dei cittadini

In tanti cittadini ci stanno segnalando il rilevante impatto acustico causato dai transiti di prova che vengono eseguiti con sempre maggiore frequenza in questi giorni dal people mover.
Una denuncia che ho potuto verificare direttamente riscontrando, così come sta capitando a tanti bolognesi in questi giorni, come questo mezzo, su cui abbiamo tra l’altro espresso forti dubbi, in effetti determina un rumore in tutto e per tutto simile a quello di un vagone su rotaia, ben lontano dai sistemi di trasporto più moderni che ci avevano garantito avrebbero ispirato l’opera.
 
Leggi tutto...

Rocca San Casciano (FC). Bignami (FDI): "Scongiurare chiusura presidio Polstrada"

Scongiurare la chiusura del distaccamento della Polstrada di Rocca San Casciano. E' quanto chiede il deputato di FdI Galeazzo Bignami con una interrogazione al Ministro dell'Interno. "Nei piccoli Comuni come Rocca San Casciano - spiega Bignami - tali distaccamenti sono ancora più preziosi e vitali, danno il senso della vicinanza delle Istituzioni e costituiscono un presidio importantissimo a tutela della sicurezza pubblica. La loro chiusura, motivata tanto più dalla loro scarsa strategicità, è indice di poca attenzione nei confronti dei piccoli territori che invece necessitano di servizi e di presidi per poter continuare ad essere attrattivi e sopravvivere al pericolo, sempre incombente, dello spopolamento".

Leggi tutto...

Bignami (FdI): "Solidarietà alla comunità ebraica e al cittadino colpito da un gesto di tale violenza"

È un fatto gravissimo quello accaduto in quartiere San Donato, dove, accanto al campanello di un cittadino bolognese, è comparsa una stella di David con tanto di freccia a indicarne il cognome di origini ebraiche. Un episodio che va condannato fermamente e che non può essere in alcun modo sottovalutato. L’antisemitismo che ancora si insinua pericolosamente nella nostra società va contrastato con ogni mezzo e non possono esserci giustificazioni o attenuanti di fronte a manifestazioni di tale violenza che ricordano i periodi più bui della nostra storia. Al cittadino coinvolto e a tutta la comunità ebraica va la mia piena solidarietà.

Galeazzo Bignami, deputato FdI

Leggi tutto...

Bignami (FdI): nota stampa su "caso Jolanda di Savoia"

"Il testo della telefonata trascritto dal sindaco di Jolanda di Savoia sul suo profilo Facebook, in cui si riferisce il colloquio intercorso tra lui e il presidente Bonaccini, è a dir poco inquietante. Ne emerge un uso politico e distorto delle istituzioni finalizzato a intimorire chi non si allinea a un orientamento politico punendo non solo e non tanto la scelta, libera e democratica, di qualsiasi cittadino di sostenere questa o quella parte, ma soprattutto una comunità locale, a prescindere dal colore politico, quando invece le istituzioni, a partire dalla Regione, sono di tutti e sono al servizio di tutti.

Leggi tutto...

Bignami (FdI): “Serve intervento urgente a tutela della magistratura onoraria”

Quali urgenti iniziative normative il Ministero della Giustizia intenda assumere per giungere a una proposta risolutiva della vicenda della magistratura onoraria, che passi dal pieno riconoscimento dei diritti fino ad ora negati, compresi quelli previdenziali come lavoratori pubblici subordinati? E’ quanto chiede con una interrogazione parlamentare il deputato di FdI Galeazzo Bignami, a seguito della proclamazione dell’astensione parziale dalle udienze, dal 6 gennaio all’1 febbraio, da parte delle associazioni UNAGIPA e ANGDP. 

Leggi tutto...

Bignami (FdI): “Aggressione Bologna, fatto gravissimo. Responsabilità politiche sono evidenti”

Ancora una volta siamo costretti a leggere di aggressioni e violenze perpetrate da soggetti che dovrebbero dimostrare riconoscenza nei confronti della comunità che li accoglie e che invece ripagano questa accoglienza, voluta dalle sinistre, con comportamenti gravissimi che devono essere prontamente sanzionati dalle Autorità giudiziarie. Da parte nostra piena vicinanza alla vittima di questa aggressione e agli agenti intervenuti per evitare che si verificasse il peggio, oltre che profonda gratitudine nei confronti dei cittadini prontamente accorsi. Non possiamo che rilevare come, ancora una volta, vi sia una responsabilità politica ben precisa rispetto alla permanenza di persone come queste sul nostro territorio. Difficile non evidenziare come l’accoglienza indiscriminata, portata avanti dal partito democratico, abbia accentuato in maniera esponenziale il ripetersi di fatti di questo tipo.

Galeazzo Bignami, deputato e commissario regionale FdI

Leggi tutto...

Bignami-Lisei (FdI): "Trattamento indecoroso per i nostri agenti di Polizia"

“La denuncia riferita oggi da il Secolo d’Italia di quanto accaduto a Bologna è di una gravità inaudita: mi attiverò immediatamente con una interrogazione parlamentare affinché il Ministro dell’Interno riferisca sulla vicenda ed assuma i provvedimenti del caso – afferma il deputato di FdI Galeazzo Bignami -. Se chi doveva vigilare sul rinnovo dell’appalto non l’ha fatto dovrà assumersene la responsabilità e risponderne nelle opportune sedi. In ogni caso, siamo costretti ancora una volta a constatare quanto poco dignitoso sia il trattamento riservato ai nostri agenti di Polizia, che rischiano la loro vita a tutela della nostra incolumità a fronte di stipendi inadeguati al gravoso e pericoloso compito svolto, e ai quali non viene nemmeno garantita l’erogazione puntuale dei buoni pasto. Chi minimizza su tali aspetti ha completamente fallito nell’individuazione delle priorità del Paese”.

“I CITTADINI DI VALSAMOGGIA CHIEDONO PIU’ SICUREZZA: SAREMO SEMPRE DALLA PARTE DI CHI SI DIFENDE”

“Come riportato pressoché su tutti i giornali e le interviste di queste ore, il concetto che maggiormente ricorre nelle parole degli abitanti di Valsamoggia è soprattutto uno: la popolazione si sente indifesa, abbandonata, esposta. Da tempo venivano denunciate effrazioni, rapine, crimini che colpivano la zona. Eppure non si è riusciti a fare nulla, costringendo gli abitanti delle case spesso depredate a difendere sé stessi, i propri affetti, il proprio lavoro, il proprio patrimonio da ladri che si sentivano evidentemente impuniti nelle loro azioni. Quanto avvenuto costituisce un dramma per tutti, non meno per chi ha dovuto sparare per difesa e che oggi si trova la vita sconvolta. Ma non vi è alcun dubbio che noi ci schiereremo sempre, senza incertezza ed indugio, dalla parte di chi ha difeso sé stesso, i propri affetti, il proprio lavoro da chi stava mettendo in pericolo tutto ciò compiendo un crimine.
Leggi tutto...

Marzabotto. Fratelli d'Italia:“Corsi di arabo a scuola? Altro che integrazione…”

L’istituto comprensivo di Marzabotto e il Comune hanno concesso ad uso gratuito all’associazione culturale islamica l’utilizzo di aule presso la scuola primaria che, di domenica, ospiterà corsi di arabo dalle 8:40 alle 16:30. 
Non ci stanno il deputato di FdI Galeazzo Bignami, la consigliera metropolitana di Uniti per l’Alternativa Marta Evangelisti e il capogruppo in consiglio comunale a Bologna di FdI Marco Lisei, che puntano il dito sull’ennesima iniziativa che nulla ha a che fare con l’integrazione. “La giustificazione starebbe nel fatto che tale iniziativa si svolge da anni e serve a promuovere la conoscenza della lingua araba – spiegano -. Ma, come già accaduto in altre scuole dove tali iniziative sono state poi revocate, qui il tema è che spazi pubblici, per di più una scuola, vengono messi a disposizione per una finta integrazione. Invece di potenziare la conoscenza della lingua italiana per bambini stranieri, si preferisce l’insegnamento dell’arabo. Per di più con costi a carico del Comune che, oltre a concedere gratuitamente i locali, pagherà anche le utenze. Senza contare che le chiavi di accesso ai locali saranno tenute per nove mesi da un soggetto terzo, con buona pace delle norme sulla privacy. Dato che le lezioni dureranno ben otto ore, è lecito chiedersi come verranno gestite le lezioni, se i bambini mangeranno all’interno della scuola, chi preparerà i pasti dato che agli alunni, durante la settimana non è consentito portarsi il pasto da casa”.
“Considerato che qui parliamo di una scuola primaria, dunque di competenza del Ministero – aggiungono – vorremmo capire su quali reali presupposti normativi si fondi una concessione di questo tipo. E aggiungiamo anche un’altra questione: perché l’insegnamento della lingua araba dovrebbe passare da una associazione religiosa con il rischio di creare ulteriori divisioni e ghettizzazioni? Non è che durante queste lezioni, si insegnano anche i precetti dell’Islam? Vorremmo ricordare agli amministratori che la vera integrazione non passa certo dall’insegnamento di un’altra lingua, ma dal fornire ai bambini di origine straniera gli strumenti per abbracciare la cultura italiana e aderire ai suoi principi”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout