PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

  • foto platea

Home

Primo piano

Notizie in primo piano

Economia Bolognese, elaborare subito programmi concreti

L’analisi della Camera di Commercio sul secondo trimestre 2020 fotografa una situazione drammatica dell’economia bolognese, certamente imputabile all’emergenza COVID-19, ma non solo a questa.
 
E’ necessario che le istituzioni diano immediate prospettive di rilancio e sostegno, agendo fin da subito per dare concretamente supporto al sistema produttivo territoriale con ogni forma e in ogni modo.
 
Fratelli d’Italia, tramite i propri rappresentanti a tutti i livelli, sia comunale che metropolitana ed anche regionale, ha chiesto l’immediata convocazione delle commissioni competenti per ascoltare gli operatori economici nelle loro massime espressioni rappresentative e per proporre l’immediata apertura di sedi istituzionali operative che individuino già ora, anche in vista dei programmi che l’Italia dovrà formulare in sede europea sul Recovery Fund, le priorità e gli assi di sviluppo per il nostro territorio, costruiti con tutti i soggetti coinvolti.
 
Leggi tutto...

Regione Emilia-Romagna

Agenzie di stampa inerenti la Regione Emilia-Romagna

Bignami a Gibertoni: "Sui medici lettera sbagliata"

Gentilissima Direttrice e Commissario Straordinario,

ho avuto modo di leggere la Sua mail, inviata a tutti i medici dell’area metropolitana bolognese.
Devo dirle, da rappresentante dei bolognesi e degli emiliano romagnoli alla Camera dei Deputati, che non mi ha convinta.
Non mi ha convinto per i toni che hanno contributo a formarne, come era inevitabile, la sostanza.
Abbiamo appena attraversato 3 mesi drammatici, in cui anche il nostro sistema sanitario regionale si è trovato impreparato nel fronteggiare quanto stava avvenendo.

Leggi tutto...

Sbagliata esclusione medici universitari dal bonus

Semplicemente incomprensibile la decisione di escludere il personale medico universitario dal bonus deciso dalla Regione Emilia Romagna. Quei medici, come i loro colleghi, hanno operato nel contesto del servizio sanitario regionale per salvare le vite delle persone colpite da un contagio devastante, lavorando ore e giorni indefessamente, mettendo a rischio la propria stessa salute. Tutto ciò anche a causa dell’assenza, prolungata ed endemica, di dispositivi di protezione personale che la Regione non ha completamente mai garantito nel corso dell’emergenza. Uno scivolone indecoroso a cui auspichiamo che la Regione ponga pronto rimedio.

Lo dichiarano Galeazzo Bignami, deputato FdI
Marco Lisei, capogruppo in Regione FdI

Leggi tutto...

Bologna

Agenzie di stampa inerenti Bologna

Centro Destra unito per Bologna 2021

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia si sono incontrati nei giorni scorsi in vista delle elezioni amministrative della primavera del 2021 che si terranno a Bologna.

La decisione di chiarire sin da ora che le forze del centro destra si presenteranno unite a questo appuntamento, come d’altronde avvenuto dal 1995 ad oggi, è finalizzata a concentrare tutte le energie nella definizione del programma per Bologna, da sottoporre alla valutazione dei bolognesi già nelle prossime settimane.
Leggi tutto...

Due pesi, nessuna misura

Anche oggi centinaia di persone accalcate sui prati nelle aree adiacenti l’XM24 senza che nessuno intervenga nonostante le decine di denunce e chiamate alle forze dell’ordine dei residenti, mentre si controllano rigorosamente bar, locali, cittadini, famiglie nei parchi.

Leggi tutto...

Nazionale

Agenzie di stampa inerenti la Regione Emilia-Romagna

Bignami (FdI): "Parisi si dimetta, è un atto dovuto"

Il Governo e in particolare il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, si ostinano a tenere nel ruolo di presidente dell’Anpal Mimmo Parisi. Come se non bastasse il fallimento delle politiche legate reddito di cittadinanza che non hanno prodotto posti di lavoro, dobbiamo sobbarcarci anche i costi per i voli intercontinentali di Parisi negli USA e tutti i rimborsi per lo svolgimento del suo incarico, circa 160mila euro. Spese peraltro nemmeno rendicontate (mentre Parisi assicurava di sì), come ha affermato la Direttrice generale dell’Agenzia. E’ ora che sul nome di Parisi cali il sipario: presenterò una interrogazione al Ministro del Lavoro nell’auspicio che lo stesso Parisi, nel frattempo, abbia il buon senso di rassegnare le dimissioni.

Galeazzo Bignami, deputato FDI

Leggi tutto...

Inquietanti intercettazioni su Sentenza Giovannini

Tra le numerose informazioni che stanno emergendo dalle intercettazioni riguardante il magistrato Luca Palamara colpisce una intercettazione che tocca direttamente la città di Bologna. Sul quotidiano di oggi “la Verità” è riportata la notizia che Palamara, formalmente unico redattore della Sentenza che interessò l’ex Procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini, in realtà delegò almeno parte della redazione materiale del provvedimento ad altro Giudice che si confrontò con Palamara sul contenuto dell’atto.

Leggi tutto...

Provincia

Agenzie di stampa inerenti la provincia

Trasferimento FIAC, Governo intervenga

“Quanto sta avvenendo alla FIAC di Pontecchio Marconi è semplicemente inaccettabile. La decisione della controllante Atlas Copco di spostare le linee produttive a Torino, proponendo ai lavoratori di trasferirsi in Piemonte è un tentativo fraudolento di aggirare le norme che vietano il licenziamento di lavoratori in questa fase di emergenza.

Leggi tutto...

Bignami-Evangelisti: "Fondi insufficienti per fusioni, si incentivino le Unioni"

Fondi insufficienti per le fusioni e si corre ai ripari attraverso un incentivo di anzianità, cioè un coefficiente del 4% per le fusioni più “vecchie”. Le criticità sarebbero emerse nel corso della Conferenza Stato città ed autonomie locali del 6 giugno 2019. In particolare, la Conferenza era chiamata  a esprimere parere sullo schema di decreto del ministro dell'Interno relativo alla ripartizione dei contributi per le fusioni per il 2019.

Ad andare all’attacco sono il deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami e la consigliera metropolitana Marta Evangelisti. “Da normativa, a partire dal 2018, ai Comuni nati da fusione spetterebbe un contributo pari al 60% dei trasferimenti erariali attribuiti nel 2010, per un periodo di 10 anni e nel limite massimo di due milioni per ciascuna fusione. Il fondo di 30 milioni di euro, aumentato di 10 milioni l’anno dalla legge di bilancio per il 2018, non sembra bastare. Almeno secondo quanto ha riportato l’Anci. Dunque, non ci sono risorse per garantire la copertura piena degli incentivi promessi. Cosa dice adesso Bonaccini al riguardo? Tace?”

“Una situazione che non fa che confermare quanto sosteniamo da tempo e che getta un’ombra di grande incertezza sui contributi per le fusioni. Soprattutto nella Regione Emilia-Romagna, dove si è scatenata negli ultimi anni una sorta di “corsa alle fusioni”, i contributi statali e regionali vengono presentati come il vantaggio più grande derivante dalla fusione, nel corso delle campagne referendarie, ma è evidente a questo punto che si tratta solo di propaganda – proseguono -. Abbiamo già visto che non è tutto oro quello che luccica e che i contributi statali e regionali servono solo per far partire una macchina amministrativa più grande. Per non parlare poi dei contributi utilizzati per ripianare debiti pregressi. La fusione, insomma, non è la panacea di tutti i mali e non è nemmeno la soluzione ai problemi di bilancio dei piccoli comuni. Sarebbe urgente invece aprire una riflessione normativa, a livello nazionale e regionale, sugli incentivi alle Unioni in luogo delle fusioni, in considerazione della evidente carenza di fondi e soprattutto del fatto che gli incentivi per le Unioni vengono motivati con l’efficienza raggiunta dalla “macchina” amministrativa, parametro che invece non si prende in considerazione per le fusioni”.

Nei prossimi giorni saranno presentate interrogazioni a tutti i livelli istituzionali, dalla Regione al Parlamento, per fare chiarezza sui contributi alle fusioni e per sollecitare interventi normativi più vantaggiosi per le Unioni.

Leggi tutto...

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout