Stampa

LABORATORIO ESTIVO SUL GAY PRIDE, BIGNAMI (FI): “IL MINISTRO INTERVENGA CON URGENZA”

“Il buon senso qui manca del tutto. Con un numero infinito di favole istruttive e attività che possono essere proposte ai bambini, la cooperativa non ha trovato di meglio da fare che dedicare un laboratorio al gay pride? Una scelta grave e inopportuna che non ammette giustificazioni, soprattutto perché è noto che tali temi suscitano sempre polemiche visto che non trovano mai condivisione unanime. La scelta dunque non solo appare frutto di leggerezza ma probabilmente è anche strumentale e provocatoria. La cooperativa chiarisca subito e chi di competenza assuma i dovuti provvedimenti”.

Così il deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami interviene sulla vicenda del laboratorio dedicato al Gay Pride svoltosi in un centro estivo per bambini di Casalecchio di Reno (BO) con tanto di volti dipinti con i colori dell’arcobaleno e favolette “gender” sul modello del “piccolo uovo” (non siamo né maschi né femmine).

Bignami ha presentato una interrogazione ai Ministeri dell’Istruzione e della Famiglia.

“Le linee guida nazionali ribadiscono l’assoluta necessità del consenso informato dei genitori per le attività svolte dai loro figli e i contenuti che vengono proposti – spiega Bignami -. Più nello specifico, la circolare del MIUR 1972 del 15/09/2015, in riferimento alla teoria del gender, chiarisce che “tra i diritti e i doveri e tra le conoscenze da trasmettere non rientrano in nessun modo né ideologie gender né l’insegnamento di pratiche estranee al mondo educativo”.

“Alla luce di quanto accaduto, occorre estendere simili previsioni anche al mondo dei centri e dei laboratori estivi e a ogni altra iniziativa o attività rivolta a bambini, giovani e adolescenti che possa assumere carattere “parascolastico” e che veda dunque la presenza di personale preposto a finalità educative il quale deve essere tenuto al rispetto  di queste chiare e semplici regole – conclude -. Il Ministero chiarisca fin da subito e con urgenza, con atto ufficiale, che tali previsioni si estendono per analogia anche alle attività parascolastiche e che dunque i genitori, anche per tali attività, svolte dai loro figli durante il periodo estivo o a integrazione delle attività scolastiche, vanno correttamente, puntualmente e adeguatamente informati sui contenuti delle attività stesse”. 

Leggi tutto...

BOTTEGHE STORICHE, BIGNAMI (FI): “NECESSARIO VALORIZZARLE E PROMUOVERLE”

Valorizzare le botteghe storiche attraverso il marchio nazionale di “bottega storica” e una sinergia tra Stato, Regioni e Comuni per mettere in campo “un percorso strutturato di promozione di queste realtà imprenditoriali meritevoli di grande attenzione per la loro capacità di sopravvivenza e di radicamento territoriale e per il loro forte valore identitario”. E’ questo il contenuto del progetto di legge presentato da Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia: una proposta che vuole dare il giusto riconoscimento a quelle attività che “sono testimonianza delle nostre eccellenze imprenditoriali, artigianali, gastronomiche, risorsa importantissima e preziosa anche in termini di attrattività turistica di un territorio”.

“Nel nostro progetto di legge tutti sono chiamati a fare la loro parte – spiega Bignami -. Dai Comuni o dalle loro Unioni chiamati a redigere e ad aggiornare annualmente l’elenco delle botteghe storiche che poi viene trasmesso alle Regioni ai fini della stesura dell’albo regionale. Spetterà poi alle Regioni richiedere il marchio nazionale di ‘bottega storica’ per tutte le attività di questo tipo che insistono sul territorio”.

“Tra le proposte più rilevanti – prosegue Bignami - il fatto che le botteghe storiche in possesso del marchio siano inserite di diritto nei materiali promozionali turistici, cartacei e digitali, redatti e promossi dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nonché nei materiali informativi prodotti a livello regionale. Questo perché crediamo che le botteghe storiche debbano prioritariamente trovare la loro giusta collocazione nel sistema turistico nazionale e regionale. A tal scopo si prevede anche che il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo promuova la conoscenza delle botteghe storiche attraverso la creazione di una piattaforma web specifica”.

“Si propone inoltre che, con successivo decreto, siano previste agevolazioni normative e fiscali a sostegno e a tutela delle botteghe storiche e che Regioni ed Enti locali possano prevedere ulteriori forme di agevolazione burocratica e fiscale – prosegue Bignami -. Infine, si propone la facoltà di applicare il canone concordato a quegli immobili ospitanti una attività commerciale in possesso dei requisiti di storicità come ulteriore strumento di agevolazione”.

Leggi tutto...

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout