PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Blog

Sulla Piazzola il Comune prepotente

L'evento di Coldiretti previsto per questo fine settimana è sicuramente una bella opportunità per Bologna.

Tuttavia in una città metropolitana come Bologna esistevano tutti gli strumenti e gli spazi per poterlo ospitare in un'altra zona della città, senza andare a creare danni e disagi agli ambulanti del nostro mercato storico, la Piazzola, che giustamente si sentono penalizzati da una scelta compiuta dall'amministrazione comunale con la consueta prepotenza che già si era vista in occasione dei bandi indetti circa un anno addietro per la concessione delle aree su cui svolgono la propria attività.

Si tratta dell'ennesima dimostrazione dell'ostilità del Comune verso questi commercianti che garantiscono col proprio lavoro il mantenimento di una storia e di una tradizione che da sempre caratterizza la nostra Città.

Questo ancor più se si considera i disagi rilevanti a cui si sta sottoponendo tutta la città, con particolare riguardo proprio agli abitanti della zona di piazza VIII agosto che giustamente lamentano la totale mancanza di concertazione e comunicazione che ormai caratterizza tutte le azioni del Comune, più impegnato a trattare come sudditi che come cittadini gli abitanti di Bologna. 

Leggi tutto...

Tagli fusioni, Bignami: "sorte annunciata”

Bignami Un finale gia scritto

Una sorte annunciata. Lo avevamo detto e ribadito in ogni sede che i contributi statali per le fusioni non erano certi, che la legge non prevedeva alcun accantonamento nei bilanci e alcun vincolo di impegno futuro. Lo avevamo previsto e ci tacciavano di falsità. Invece questo era uno degli aspetti più critici delle fusioni. Attraverso le campagne referendarie si sbandieravano risorse certe per dieci anni e oggi, invece, ci troviamo di fronte al taglio di 5,7 milioni di euro solo per l’Emilia-Romagna.

Certo, adesso fa sorridere (anzi dovrebbe far piangere) che la Regione, con Bonaccini e l’assessore Petitti, cerchino di arrampicarsi sugli specchi, dopo aver raccontato che le fusioni avrebbero fatto piovere contributi a volontà. La realtà è che la legge è sempre stata chiara e non dava alcuna certezza su quei finanziamenti. Adesso ci sarà la corsa alle giustificazioni più disparate, ma la verità è che la Regione Emilia Romagna ha scatenato una “corsa alle fusioni” su presupposti inesatti e creando, in questo modo, condizioni di grande criticità per i comuni nati da fusione. Tra quelli che subiranno i tagli, anche Alto Reno Terme e Valsamoggia. E, dalle cifre che cominciano ad arrivare, sembrano essere tagli notevoli. La Regione si passi una mano sulla coscienza e la smetta, definitivamente, di proporre fusioni calate dall’alto e che non risolvono i problemi dei piccoli Comuni. 

Galeazzo Bignami, deputato per Forza Italia

Marta Evangelisti, consigliere Alto Reno Terme

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout