PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Blog

Bignami-Evangelisti: “Basta ritardi, la riapertura della SS64 Porrettana deve essere priorità assoluta”

“Come e in che modo le Istituzioni intendono attivarsi per la riapertura della SS64 Porrettana? La pazienza ha un limite”. A parlare sono il deputato di FdI Galeazzo Bignami e la consigliera metropolitana Marta Evangelisti intervenendo sullo stallo assoluto dei lavori lungo questa arteria strategica.

“La chiusura di questo tratto strategico a seguito del grave cedimento in località Pavana, sta comportando gravissimi disagi per tutta la comunità – dice Evangelisti che depositerà due interpellanze in Città metropolitana e presso il Comune di Alto Reno Terme -. Una situazione che, oltre a determinare un grave danno per le attività economiche, danno già annunciato e che si è puntualmente verificato , ha penalizzato anche i profitti della stagione estiva che si sta concludendo”.

“Le Associazioni di categoria lamentano un calo di fatturato già del 40% - spiega Bignami -. E le risposte del Ministero appaiono lacunose e carenti. Da organi di stampa infatti si apprende che la riapertura a senso unico alternato sia stato ritardato a ottobre o novembre. Da questa chiusura è interessato tutto il comprensorio territoriale che va dal Bacino di Suviana al parco del Corno alle Scale. E’ francamente inaccettabile che si perseveri in questi ritardi”. Bignami ed Evangelisti ricordano che “la regione Emilia Romagna ha siglato accordi importanti, così come la Città metropolitana, per il rilancio del comprensorio turistico. “Se questo è l’impegno profuso – concludono – c’è poco da stare sereni. Continueremo a sollecitare fin tanto che non saranno date risposte a chi da mesi attende il ripristino di questa fondamentale infrastruttura di collegamento”.

Leggi tutto...

“No agli inciuci giallo-rossi, elezioni subito!”. Giorgia Meloni a Bologna sabato 7 settembre

Sabato 7 settembre alle ore 16, Giorgia Meloni sarà a Bologna presso l’Hotel Savoia Regency di via del Pilastro 2, salvo che proprio sabato non si voti la fiducia. L’evento, programmato già dalla settimana scorsa, nasceva per salutare il ritorno a casa, come è stato definito da molti, di Galeazzo Bignami, che proprio Giorgia Meloni ha salutato con un post sabato mattina dalla sua pagina Fb. Tuttavia, quanto avvenuto a livello nazionale, ha spostato le priorità.
“Sabato saremo assieme agli amici di Bologna e dell’Emilia Romagna – afferma Bignami - per dire ‘no’ a questo vergognoso scandalo che si sta consumando a livello nazionale salvo che gli impegni relativi al voto di fiducia non impongano la nostra presenza a Roma.”.
All’evento saranno presenti molti dei principali esponenti di FdI: Balboni, Barcaiuolo, Foti, Lucaselli, Roscani, Donzelli, La Russa, Lollobrigida, Rampelli. E ancora: Baccilieri, Caracciolo, Donato, Evangelisti, Facci, Fiumi, Nanni, Nofori, Sassone, Tomassimi, Vacchi, Zambelli.
Interverranno l’On. Galeazzo Bignami, Stefano Cavedagna, portavoce nazionale di Gioventù nazionale, Marco Lisei presidente Gruppo FdI a Bologna. A concludere sarà la leader di FdI Giorgia Meloni. Una dimostrazione del significato che assume a Bologna e in Emilia Romagna il ritorno di Bignami nella Destra politica, nella quale è stato attivo fin dagli anni del Movimento giovanile e il cui padre Marcello, noto esponente del MSI, ha contrassegnato la propria vita nella dedizione alla causa della Destra nazionale.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout