PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Stampa

STRADE. SICUREZZA, BIGNAMI (FI): REGIONE SPIEGHI MANCATI INTERVENTI SU TRATTO SS16 NEL FERRARESE

4 feb. 2016 - "La Regione Emilia-Romagna dovrebbe contrastare la problematica dell'incidentalità stradale attuando azioni, progetti ed iniziative concrete volte alla salvaguardia e sensibilizzazione degli automobilisti". È quanto afferma Galeazzo Bignami (Fi) in premessa a una interrogazione presentata alla Giunta nella quale segnala che "il numero di incidenti stradali mortali sulla SS16 sarebbe ingente, in particolare nell'area limitrofa al Comune di Ferrara, che conterebbe, solo nel primo mese del 2016, quattro incidenti stradali mortali".

Il consigliere chiede dunque i motivi per i quali "l'Anas abbia sostituito solamente il 'guard rail' centrale con barriere 'Jersey' dall'incrocio della E45 con la Statale 309 Romea e la Statale 16, lungo tutto l'attraversamento dell'arteria in provincia di Ravenna, tralasciando l'arteria in provincia di Ferrara, con medesima larghezza e da poco sottoposta a lavori di manutenzione". Bignami vuole anche sapere quali siano le misure adottate per la messa in sicurezza della nascente Autostrada regionale Cispadana.

"Secondo i dati Istat/Aci – ricorda l'esponente di Forza Italia-  la Regione Emilia-Romagna, per l'anno 2014, sarebbe terza in Italia per numero di incidenti stradali, preceduta soltanto da Lombardia e Lazio. Gli incidenti più gravi avverrebbero sulle strade extraurbane, dove si sarebbero registrati 4,63 decessi ogni 100 incidenti".

Leggi tutto...

SANITA’. BIGNAMI (FI): “BIMBO COLPITO DA TBC A IMOLA, IMPLEMENTARE I CONTROLLI E LE MISURE DI PRECAUZIONE NELLE SCUOLE”

27 gen. 2016 - Il caso di TBC riscontrato nelle scuole materne Giosuè Carducci di Imola (Bo) che ha colpito un bimbo di quattro anni, ha spinto Galeazzo Bignami (Fi) a rivolgere una interrogazione alla Giunta. Il consigliere, visto che la malattia sarebbe stata individuata alla fine dello scorso anno a seguito di diagnosi in ambiente specialistico presso la pediatria dell'ospedale Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, chiede "se si ritengano sufficienti le misure messe in campo, nel caso specifico, dall’Ausl di Imola" e se l'esecutivo regionale "intenda relazionare sull’incidenza della TBC in Emilia-Romagna in base ai dati più aggiornati".
A questo proposito, Bignami domanda quale sia effettivamente l’incidenza della TBC in Emilia-Romagna al 2015; se esistano ancora criticità legate al sistema di individuazione e rilevazione della malattia e se alla luce del caso imolese non si ritenga di dover implementare i controlli e le misure precauzionali all’interno delle scuole e, in particolare, predisporre una nuova e capillare campagna informativa date le criticità di cui sopra ed evidenziate nei report della stessa Regione Emilia-Romagna.

Leggi tutto...

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout