PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Stampa

Venerdì 8 giugno, serata conviviale con Forza Italia con Bernini, Galliani e Bignami

Venerdì 8 giugno alle 20.15 presso il ristorante “Tafiér” di via Altura 11 – Bologna, si terrà una serata conviviale, una “pizzata con Forza Italia” che sarà occasione per incontrare cittadini e sostenitori e per raccogliere le istanze territoriali.

All’evento parteciperanno la Senatrice Anna Maria Bernini, presidente Gruppo FI al Senato, il Senatore Adriano Galliani, vicepresidente di FI al Senato, l’Onorevole Galeazzo Bignami membro del consiglio direttivo Gruppo FI alla Camera, Avv. Marco Lisei, presidente Gruppo FI Consiglio comunale Bologna, Avv. Francesco Sassone, Consigliere FI Comune di Bologna.

Per prenotazioni e informazioni: 328 8255518 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre mercoledì 6 giugno.

Leggi tutto...

Passante di Mezzo, Forza Italia lancia l'appello: "Stop al progetto"

Unire le forze perche' il nuovo Governo fermi il progetto del Passante di Bologna. Forza Italia lancia un appello. "Vogliamo aprire un tavolo col Governo insieme a tutte le forze che, almeno a parole, si oppongono al progetto", afferma Galeazzo Bignami, capogruppo di Forza Italia in Regione e neoeletto deputato, in conferenza stampa a Palazzo D'Accursio.
 
"L'accordo sul nuovo Governo dipende dal no al Passante", scherza, ma neanche troppo, il numero uno azzurro in Comune, Marco Lisei, ricordando i tanti atti contrari al progetto votati insieme dal centrodestra e dai 5 stelle (ma bocciati dal Pd) in Consiglio comunale.
 
Nelle prossime settimane, Forza Italia organizzera' un'assemblea pubblica sul progetto del Passante, per dimostrare che "non c'e' consenso intorno a quest'opera", spiega Bignami, che rilancia la proposta di un "referendum cittadino sull'opera". Oltretutto, rileva l'esponente Fi, "dopo il 4 marzo il quadro politico e' mutato e chi e' stato al Governo oggi e' minoranza a livello nazionale, regionale e locale. Pertanto bisogna assolutamente fermarsi su questo progetto folle e sbagliato. Gli espropri che stanno per realizzarsi rischiano di essere una cicatrice che rende irreversibile il progetto. Quelle procedure vanno fermate". Da questo punto di vista, incalzano Lisei e Francesco Sassone, "il Comune deve impegnarsi a sospendere gli espropri. E' doveroso affrontare subito il tema in Consiglio e in commissione, il Pd non si metta di traverso".
 
FONTE: Agenzia DIRE
Leggi tutto...

Forlì, il centrodestra punta a vincere il Comune

La "debacle" del Partito democratico getta le "basi" per la conquista del Comune di Forli' da parte del centrodestra. E forse anche per questo obiettivo la prima uscita pubblica dopo il voto del 4 marzo degli eletti in Romagna di Forza Italia, Antonio Barboni, Simona Vietina, Galeazzo Bignami e Annamaria Bernini e' proprio a Forli', per incontrare il coordinamento provinciale del partito e i gruppi comunali e territoriali.
Le urne hanno consegnato un "centrodestra unito in vantaggio in 12 dei 13 Comuni su 14 che cinque anni fa vedevano il partito di Renzi maggioranza, sono queste le basi" per vincere alle amministrative del 2019, commenta Fabrizio Ragni, coordinatore provinciale di Forza Italia e capogruppo in Consiglio comunale.
Da qui la richiesta del consigliere comunale Lauro Biondi di aprire una sede locale di Forza Italia e da settembre mettere in campo iniziative per rafforzare la presenza del partito nel territorio. La volonta', spiega Ragni, e' "trasformare in progetti da realizzare concretamente in ambito locale le risposte contenute nel programma nazionale di Fi". Dai neo parlamentari il ringraziamento ai sindaci e agli eletti del territorio e la garanzia di un "legame costante" con i cittadini e le loro istanze. Ragni e Biondi con gli eletti intendono fare rete nell'interesse del territorio e per rafforzare il progetto politico di Forza Italia. In regione, argomentano, "l'alternativa al Pd sempre piu' in calo, sempre piu' debole e' il centrodestra.
E fin da oggi si possono gia' gettare le basi per un'alleanza solida".

Fonte articolo e foto: AGENZIA DIRE

Leggi tutto...

Forza Italia, unico partito che si occupa di diritti degli animali

Forza Italia è l’unico partito che, in questa campagna elettorale, si sta occupando seriamente anche degli “amici a quattro zampe”. Un Paese che si dica civile, infatti, non può dimenticarsi di un tema così caro agli italiani. Nel 2017 è stato stimato in 60 milioni il numero di animali domestici presenti nelle famiglie. Il loro riconoscimento anche dal punto di vista giuridico è un passo culturale doveroso da compiere all'interno della nostra società. 

 

“Nel nostro programma – spiega Galeazzo Bignami, candidato alla Camera per Forza Italia nei collegi di Bologna, della Romagna e di Parma, Piacenza e Reggio – è previsto chiaramente il varo di un Codice delle norme a tutela dei diritti degli animali domestici e di affezione che non devono, in alcun modo, gravare sul redditometro. Tra i nostri impegni c’è quello della creazione della figura del garante dei diritti per gli animali e la gratuità delle cure veterinarie per le fasce meno abbienti”.

“C’è molto da lavorare anche in tema di restrizioni per gli allevamenti intensivi sui quali potrebbe essere valutata una proposta di installazione, al loro interno, di sistemi di videosorveglianza – prosegue Bignami -. Servono nuove regole per i circhi e ci impegneremo per la creazione della figura del garante dei diritti degli animali”. L'impegno di Forza Italia va anche nella direzione di valorizzare e sostenere maggiormente la pet therapy e facilitare l'accesso degli animali da compagnia all'interno degli esercizi pubblici e nei luoghi di vacanza.

 

Leggi tutto...

Imola, Discarica Tre Monti: la gestione vada a bando

E SI DICA SE, IN CASO DI GARA, SI ANNULLA VIA SU AMPLIAMENTO" - L'affidamento della gestione della discarica Tre Monti di Imola, di proprieta' del ConAmi e gestita da Herambiente tramite affitto di ramo d'azienda, "deve seguire l'iter della procedura a evidenza pubblica". Ne sono convinti il capogruppo di Forza Italia in Regione Emilia-Romagna, Galeazzo Bignami, e il consigliere comunale imolese di Fi, Nicolas Vacchi, che annunciano di voler "presentare un esposto all'Anac (Autorita' nazionale anticorruzione) per sapere se si debba indire una gara pubblica per individuare il gestore".

Oltre a questo, i due esponenti berlusconiani chiedono, dal momento che "e' stata presentata proposta di ampliamento della discarica, se si possa dichiarare eventualmente nulla la Valutazione di impatto ambientale, dato che il progetto e' stato presentato da ConAmi e Herambiente".

Bignami e Vacchi ricordano di aver gia' chiesto, in due interrogazioni, se "l'affitto del ramo d'azienda fosse coerente con la normativa", sentendosi rispondere che "il contratto non parrebbe conforme alle norme" ma che "la necessita' di una procedura a evidenza pubblica si pone 'in termini prospettici per il futuro'". Una risposta "sibillina", che per gli esponenti forzisti "gioca sui 'parrebbe' per non affrontare i veri problemi", in primis "il fatto che il contratto attuale e' valido fino al 2040". Da qui la decisione di presentare l'esposto, in cui si cita "un parere del 2013 della Corte dei conti, che chiarisce che gli affidamenti dei servizi pubblici locali non conformi alle norme europee devono essere 'autoannullate' da parte dell'amministrazione". In sostanza, concludono Bignami e Vacchi, "e' inverosimile che si debba attendere il 2040 per una gara pubblica per l'affidamento di una discarica che dovrebbe avviarsi verso il 'fine vita' invece di essere resuscitata a colpi di ampliamenti".

Fonte: Agenzia DIRE

Leggi tutto...

Insieme verso la vittoria

La stagione politica si apre con una certezza che solo un anno fa appariva incredibile. Il Centro Destra Unito parte in pole position per vincere le prossime elezioni politiche. Ma per farlo serve che tutti assieme, a partire dagli elettori e da chi legge queste parole, ci creda e si impegni, perché la vittoria è davvero a un passo. E non solo perché lo dicono i sondaggi, che consegnano uno scenario elettorale che vede un Pd sempre più lacerato e un Movimento 5stelle in declino. Ma perché è sotto gli occhi di tutti il fallimento delle politiche di Renzi & C., completamente allo sbando su qualunque tema, dalla sicurezza all’immigrazione, dal lavoro alla famiglia, dalla scuola all'economia.

Il Pd brancola nel suo mare di contraddizioni. Nessuna prospettiva di lungo termine, solo tentativi maldestri le cui conseguenze ricadono sui cittadini. Lo abbiamo visto con il fenomeno degli sbarchi incontrollati. Tre anni di Ministero Alfano, preoccupato più di conservare la propria poltrona che di fare il bene degli italiani, hanno completamente rovinato l’Italia. Hanno accolto tutti e di tutto, senza nessun progetto, senza nessun tipo di controllo, mantenendo a nostre spese finti profughi che non ne avevano diritto e tanti, troppi, delinquenti. Che poi non sono stati nemmeno in grado di rispedire al loro Paese.

Completamente abbandonati dall’Europa, in fretta e furia avrebbero voluto approvare anche la disastrosa legge sullo Ius Soli, regalando a chiunque la cittadinanza, solo per ottenere qualche elettore in più, senza alcuna consapevolezza dei rischi che avremmo corso da qui a 20 anni. Ce lo insegnano Londra, Parigi, Barcellona.

Nessun sostegno da questo Governo alle famiglie Italiane, sempre più in difficoltà nella morsa di una crisi che non accenna a passare, nessuna parola su quella semplificazione che avrebbe dovuto aiutare le imprese a ripartire. Il meglio che questo Ministro del Lavoro ha saputo rimediare in questi anni è una buona dose di “gaffe” sui giovani costretti a lasciare il Paese e sulle partite di calcetto.

Nessuna proposta messa in campo da un partito ormai disintegrato, senza una visione di Paese che sia univoca e chiara.

Ecco perché quel che appariva incredibile diventa una certezza. Lo avevo scritto qualche settimana fa da questa newsletter (http://www.galeazzobignami.it/notizie/agenzie-di-stampa/bologna/quel-centro-destra-che-si-ostina-a-non-sparire.html).

Nonostante le difficoltà e gli errori che pure abbiamo il dovere di ammettere, mai una volta il Centro Destra ha vacillato nella difesa dei suoi Valori fondanti, Identità, Patria, Famiglia, nella certezza che, molto presto, gli elettori avrebbero aperto gli occhi sulle falsità e le bugie raccontate da Renzi. Adesso che le elezioni politiche si avvicinano, dopo quattro Governi in alcun modo riconducibili alla volontà popolare (Monti, Letta, Renzi e Gentiloni), abbiamo la possibilità di restituire la parola ai cittadini, di dire chiaramente che l’Italia pretende e merita rispetto. Le ultime elezioni amministrative (Genova, La Spezia ma anche Verona e L’Aquila) sono l’esempio del grande consenso che sta nuovamente conoscendo il centrodestra e la sua proposta liberale e democratica. Al centro deve tornare la persona, l’impresa, la famiglia, e i programmi di sburocratizzazione, di abbassamento delle tasse (Flat tax), di controllo dell’immigrazione. Il centrodestra è pronto a governare, con le sue proposte, chiare e coerenti. Tutti insieme possiamo e dobbiamo crederci, adesso più che mai.

Leggi tutto...

Oltre 300 firme contro il degrado al Pilastro

da: Il Resto del Carlino 30 luglio 2017

Sono oltre 300 le firme raccolte dalla petizione di Forza Italia contro il degrado al Pilastro. Ieri al banchetto c'erano i consiglieri comunali Marco Lisei e Francesco Sassone e il capogruppo regionale Galeazzo Bignami. "Oltre trecento firme in tre ore al Pilastro per dire basta al degrado, agli zingari, ai clandestini, allo spaccio - ha scritto Bignami su facebook -. Anche nelle periferie che un tempo erano granai di voto per le sinistre la gente dice basta, premiando il nostro impegno. Avanti così, che li mandiamo a casa tutti!"

 

Leggi tutto...

PENSIONI, FORZA ITALIA ANNUNCIA DIFFIDE ALL'INPS

Bologna, 3 mar. - Una pioggia di diffide all'Inps, per chiedere il ricalcolo della pensione dopo che la Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo il taglio imposto dalla legge Fornero.

A proporla e' Forza Italia, che a Bologna si offre di dare sostegno gratuito agli anziani che vogliono intraprendere l'iniziativa. "Siamo pronti a fare un'analisi della situazione personale e a predisporre una lettera di diffida all'Inps- spiega l'avvocato e dirigente di Fi a Bologna Francesco Sassone- un servizio a titolo assolutamente gratuito".

Ma gli azzurri sono pronti anche a sostenere chi vorra' andare fino in fondo presentando un ricorso. "Era un'iniziativa necessaria- afferma il capogruppo Fi in Regione, Galeazzo Bignami, che sul tema ha presentato una risoluzione in viale Aldo Moro- il Governo Renzi ha disatteso la sentenza della Corte costituzionale e ha cercato di presentare in modo surretizio il parziale rimborso delle pensioni come un bonus". L'iniziativa sara' presentata al pubblico dopodomani, sabato 5 marzo, con un convegno al Baraccano alla presenza anche del coordinatore regionale di Forza Italia, Massimo Palmizio.

Leggi tutto...

BIGNAMI: SI IMPIEGHINO I PROFUGHI IN LAVORI DI PUBBLICA UTILITA'

BOLOGNA, 17 AGOSTO 2015 - Impiegare i migranti richiedenti asilo in lavori di pubblica utilità “per compensare le spese di ospitalità e di mantenimento”. Questa la proposta contenuta in una risoluzione presentata dal capogruppo di Forza Italia in Regione, Galeazzo Bignami. Un documento con il quale si chiede alla giunta Bonaccini “di intercedere con il Ministero competente affinché si modifichi la normativa in materia di immigrazione”.

In particolare, per i richiedenti asilo, Bignami propone che siano impiegati "per lo svolgimento di lavori socialmente utili, previa adeguata formazione", e per "attività che li coinvolgano e li rendano partecipi della comunità, facendoli sentire utili e garantendone così la dignità". Un lavoro che sia anche una forma di "compensazione delle spese di ospitalità e di mantenimento sostenute dalle comunità locali che li accolgono". Una proposta che servirebbe a ridurre quella tensione sociale che inevitabilmente si è creata in alcuni territori comunali a causa dell’accoglienza forzata dei richiedenti asilo.

Leggi tutto...

BIGNAMI: "PER VINCERE A BOLOGNA SERVE CANDIDATURA UNITARIA E CONDIVISA"

BOLOGNA, 4 AGOSTO 2015 - Un incontro molto soddisfacente quello svoltosi oggi tra il responsabile bolognese di Fratelli d’Italia Fabrizio Nofori e il consigliere regionale di Forza Italia Galeazzo Bignami, delegato a seguire il tavolo di coordinamento per le amministrative 2016.

In particolare, c’è stata piena condivisione del programma elettorale da parte dei due movimenti: un programma che deve mettere al centro la sicurezza e la tutela degli Italiani, temi completamente abbandonati da Merola e dalla sua maggioranza a targa Pd che sta tentando di rifarsi in quest’ultimo anno e solo in vista del voto amministrativo. I risultati del mandato di Merola sono sotto gli occhi di tutti: Bologna è una delle città meno sicure d’Italia ed è quotidianamente preda della criminalità comune.  A degrado si è aggiunto degrado: nulla è stato fatto per mettere un freno a problemi pressanti e urgenti quali la presenza dei campi nomadi, le occupazioni abusive, l’arrivo di centinaia di clandestini senza alcun tipo di controllo. Il tutto, nella completa inerzia del sindaco e della sua giunta.

Altri importanti temi sono stati affrontati durante l’incontro quali: rilancio delle infrastrutture e dell’occupazione, tagli alla spesa pubblica a livello comunale, necessità di restringere le partecipazioni societarie del Comune di Bologna al minimo indispensabile.

Bologna merita molto di più: Fratelli d’Italia e Forza Italia concordano sulla necessità di arrivare pertanto a una candidatura unitaria e condivisa, in grado di attrarre consenso non solo negli ambienti del centrodestra ma di tutta la società civile. Nel corso dell’incontro, è stata sottolineata l’importanza di perseguire la strada delle primarie, come proposto anche a Bologna dal leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e che rappresenterebbe una novità assoluta anche per Forza Italia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout