PRIVACY & COOKIES POLICY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Blog

DIRIGENTI REGIONALI TUTTI PROMOSSI CON LODE. BIGNAMI: "E' UN PROBLEMA, PRESENTEREMO PROGETTO DI LEGGE"

BOLOGNA - Dirigenti tutti promossi in Regione? "Sicuramente e' un problema". Non ci gira intorno Galeazzo BIGNAMI, capogruppo Fi in viale Aldo Moro, che attacca la Giunta Bonaccini per la valutazione (e conseguente premio di risultato) riconosciuta al massimo per tutti i direttori generali dell'ente e per gran parte dei dirigenti (tutte le pagelle sono tra la A e la B).
In particolare, BIGNAMI si dice "sorpreso" dalla valutazione 'eccellente' data ai due dirigenti coinvolti nel caso Terremerse, Valtiero Marzocchi (Agricoltura) e Filomena Terzini (Affari istituzionali). L'inchiesta, ricorda BIGNAMI parlando alla 'Dire', "ha portato alle dimissioni dell'ex presidente Vasco Errani.

Nel presentare la memoria in Procura (da cui poi e' scaturita l'accusa di falso ideologico, ndr), Errani ha dato fiducia ai suoi dirigenti- sottolinea l'azzurro- io non credo che l'ex presidente abbia avuto puntualita' nella ricostruzione della vicenda, ne' che sia andato a coartare la volonta' dei propri dirigenti. Si e' semplicemente affidato". Per questo, insiste BIGNAMI, "mi sorprende la valutazione" di Terzini e Marzocchi, "perche' se riconosci il massimo a loro, cosa meritano gli altri dirigenti che hanno operato senza trascinare il presidente alle dimissioni e la Regione al voto anticipato? Cosi' non e' piu' un premio, e' un integrativo".

Leggi tutto...

BIGNAMI: SI IMPIEGHINO I PROFUGHI IN LAVORI DI PUBBLICA UTILITA' In evidenza

BOLOGNA, 17 AGOSTO 2015 - Impiegare i migranti richiedenti asilo in lavori di pubblica utilità “per compensare le spese di ospitalità e di mantenimento”. Questa la proposta contenuta in una risoluzione presentata dal capogruppo di Forza Italia in Regione, Galeazzo Bignami. Un documento con il quale si chiede alla giunta Bonaccini “di intercedere con il Ministero competente affinché si modifichi la normativa in materia di immigrazione”.

In particolare, per i richiedenti asilo, Bignami propone che siano impiegati "per lo svolgimento di lavori socialmente utili, previa adeguata formazione", e per "attività che li coinvolgano e li rendano partecipi della comunità, facendoli sentire utili e garantendone così la dignità". Un lavoro che sia anche una forma di "compensazione delle spese di ospitalità e di mantenimento sostenute dalle comunità locali che li accolgono". Una proposta che servirebbe a ridurre quella tensione sociale che inevitabilmente si è creata in alcuni territori comunali a causa dell’accoglienza forzata dei richiedenti asilo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Nato a Bologna il...

Nato il 25 ottobre 1975 a Bologna, città dove risiede fin dalla nascita, Galeazzo Bignami non è mai entrato nella Destra bolognese. Ci è nato, grazie soprattutto al padre, Marcello, che del Movimento Sociale prima e di Alleanza Nazionale poi è stato sempre colonna portante, fino alla scomparsa, avvenuta nel luglio 2006.

Altre informazioni

Offcanvas Module

Our themes are built on a responsive framework, which gives them a friendly, adaptive layout